Articoli marcati con tag ‘ONU’

 

 

Sbalordisce la cecità generale e assoluta di fronte al rischio di una sorveglianza di massa totalitaria, mai vista prima nella storia, insito nella Rivoluzione Smart-digitale ( con la sua Smart City al vertice) e al suo forte determinismo tecnologico. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Ma ti ricordi Gaza? Almeno una volta al giorno, non dico mica tanto, ti ricordi di cosa sta succedendo a Gaza?  Dovresti farlo, se non lo fai. Dovremmo. Leggi il resto di questo articolo »

 

Aforista e musicista italiano

 

Si, noi del GLR vogliamo preoccupare. Sanamente preoccupare, allarmare, impensierire, inquietare per aiutare a liberarci da un’insana “tranquillità”, intrisa solo di preoccupazioni ordinarie e personali. Leggi il resto di questo articolo »

 

GLR – CONSIDERAZIONI   (56)

ANNO IV DEL REGIME SANITARIO-ECOLOGICO-DIGITALE

Le altre “GRL-CONSIDERAZIONI ” le trovate  QUI

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


bambini di gaza

 

Solo un cupo cinismo che rispecchia l’esecrabile deficit di etica umana che permea una società asservita a una capillare manipolazione consente di obliterare l’immensità dei crimini contro l’umanità che Israele (e personalmente i singoli membri del governo/esercito israeliani) continuano a commettere a Gaza…“.

Inizia così l’articolo che oggi vi proponiamo. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Emergenze continue ( pseudo-sanitarie, pseudo-climatiche). Emergenze energetiche ed economiche. Impoverimenti e depopolazione. Guerre. Crisi del lavoro. Chiusure, terrore, distanziamenti, limitazioni. Leggi il resto di questo articolo »

 

“Il terrorismo di Hamas, o qualsivoglia violenza contro gli esseri umani non è in alcun modo giustificabile. Al contempo non bisogna dimenticare le radici belliche del sionismo e l’ennesima pulizia etnica in atto. Leggi il resto di questo articolo »

GLR-NOTIZIE-FLASH  65     30/10/2023

ANNO IV DEL REGIME SANITARIO-ECOLOGICO-DIGITALE Leggi il resto di questo articolo »

 

 

 

La guerra in Medio Oriente è una tragedia (ne parliamo approfonditamente in questi importanti articoli: QUIQUIQUI e mostriamo la protesta nei confronti d’israele di milioni di persone in tutto il mondo QUI ).  La guerra in ucraina è una tragedia Leggi il resto di questo articolo »

 

 

L’europa con la sua pletora di consiglietti, parlamentini, commissioncine, deputatini, politicanti, governicchi, amministratori locali, sotto amministratori, valvassori e valvassinetti, burocratini, portaborse e reggip… è la più grande serva ( insieme agli USA) del progetto criminale globale chiamato Grande Reset Leggi il resto di questo articolo »

 

Drammaturgo e scrittore statunitense (1911-1983)

 

Questo articolo complessivo è la terza parte degli articoli che trovate QUI QUI e a cui vi rimandiamo assolutamente.

Anche questo articolo complessivo e molto articolato è un tentativo, un contributo per sfondare “il coro unanime a senso unico” della narrazione ufficiale dei giornaloni e delle televisiononi sulla tragedia del medio oriente. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Orwell  (1903-1950) ha perfettamente ragione: bisogna gridare la verità in un tempo oscuro d’inganni, propaganda mefitica e vessazioni come questo orrendo tempo del progetto criminale globale chiamato Grande Reset ( rileggi QUI) e gestito dalle menti malate degli ultra-miliardari dell’aristocrazia finanziario-usuraia attraverso OMS, ONU, WEF Leggi il resto di questo articolo »

GLR-NOTIZIE  120     1/10/2023

ANNO IV DEL REGIME SANITARIO-ECOLOGICO-DIGITALE Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Emergenza caldo, emergenza freddo, emergenza siccità, emergenza alluvioni, emergenza climatica, emergenza pseudo-pandemica e pseudo-sanitaria per ogni raffreddore o influenza stagionale, emergenza denatalità, emergenza sovrappopolazione, emergenza bellica, Leggi il resto di questo articolo »

 

Politico ed ex procuratore generale USA (1927- 2021)

 

Per lottare per la libertà e la dignità occorre che si sappia profondamente il valore assoluto della libertà e della dignità ( leggi QUI). Ma non è quello che vediamo in giro.

Per lottare affinchè i diritti umani rimangano inalienabili e non si trasformino in diritti concessi dal capataz di turno occorre che si sappia profondamente il valore assoluto e vitale dei diritti inalienabili. Ma non è quello che vediamo in giro. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Bio-crazia, clima-crazia, energia-crazia, digitale-crazia, emergenza-crazia, paura-crazia: le sbarre della nostra prigione a cielo aperto.

Il suffisso “crazia” viene dal greco “kratos” che significa “potere”, la forza del potere. Il potere del progetto criminale globale chiamato Grande Reset, gestito dalla cricca di farabutti dell’aristocrazia finanziario-usuraia ( stra-miliardari come bill gates, ad esempio…) è la “crazia” che incombe su tutti noi, Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Deve, deve arrivare per ciascuno di noi la scelta da che parte stare.

Se dalla parte del progetto criminale globale chiamato Grande Reset ( gestito, all’interno degli oscuri antri del deep state globale, dall’aristocrazia finanziario-usuraia con la servile complicità di politici, governi ed istituzioni mondiali) attraverso la nostra sciocca resilienza, la nostra stolta inconsapevolezza, il nostro superficiale modo di vivere, quindi attraverso una colpevole complicità servile. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Dovremmo essere preoccupati, si! Molto preoccupati e non continuare a vivere come se niente fosse ( leggi QUI). Ci dispiace non proporre articoli tranquillizanti, bonari, rasserenanti ma da tre anni non è il momento di essere sereni e resilienti. E non lo sarà neanche nel prossimo futuro Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Chi comanda nel mondo? Chi ha deciso, autoelettosi dio, di svuotarci con protervia delle nostre identità ( leggi QUI) e di ciò che possediamo ( leggi QUI) ?

Chi comanda, chi decide, all’interno delle oscure budella del deep state globale ( leggi QUI), delle nostre vite e del nostro futuro mentre molti, troppi di noi sono “i come se niente fosse” e Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Il progetto criminale globale chiamato Grande Reset ( vedi i tanti articoli QUI) è un verminaio che affonda i suoi luridi piedi in un verminaio ancora più grande: il deep state (rileggi assolutamente QUI). Leggi il resto di questo articolo »

Governi non usino emergenza per zittire opposizioni e media

(ANSA) – GINEVRA, 27 APR -

L’alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet ha ammonito i paesi a rispettare lo stato di diritto, durante la pandemia da coronavirus, limitando nel tempo le misure eccezionali, al fine di evitare una “catastrofe” per i diritti umani. Leggi il resto di questo articolo »

Tutto il mondo guarda con il fiato sospeso all’esito delle prossime elezioni americane, in particolare il mondo occidentale che vede negli Stati Uniti, per utilizzare un’espressione di Paolo Guzzanti, condivisa da una totalizzante maggioranza, ‘il faro della nostra civiltà’. E allora andiamola a vedere, necessariamente a volo d’uccello, la storia di questo ‘faro della civiltà’. Comincia con un vile (Winchester contro frecce) e spietato genocidio, non disdegnando l’uso delle ‘armi chimiche’ allora a disposizione, whisky per fiaccare l’integrità di un popolo altamente spirituale come i Pellerossa. Leggi il resto di questo articolo »

Non si parla più di clima né di quel che accadrà della terra, da quando la crisi è entrata nelle nostre vite stravolgendole con politiche recessive, disuguaglianze indegne, e una disoccupazione che assieme alla speranza spegne l’idea stessa di futuro. La terra lesionata era il grande tema all’inizio del secolo, e d’un colpo è stata estromessa dal palcoscenico: non più male da sventare, ma incubo impalpabile. Diritto troppo immateriale e nuovo, accampato dal pianeta.

Esiste invece, l’infermità della terra che l’uomo ha causato e sta accentuando: anche se è caduta fuori dal discorso pubblico, anche se è divenuta invisibile come certi malati incurabili che non vogliamo guardare da vicino, e per questo releghiamo in ospizi lontani. È come se, paradossalmente, la crisi ci avesse liberati dell’ineffabile paura che avevamo negli anni Novanta — la morte del pianeta — mettendo al suo posto tante altre paure: non meno angosciose, ma più immediate e senza rapporto con quella trepidazione non più così concreta, traslocata nelle periferie dei nostri pensieri e inquietudini. Leggi il resto di questo articolo »

«Nella prefazione allo Human Development Report delle Nazioni Unite del 1998, John Galbraith documentava che il 20% della popolazione mondiale si accaparrava l’86% di tutti beni e i servizi prodotti nel mondo, mentre il 20% più povero ne consumava solo l’1,3%. Oggi, a quasi undici anni di distanza, queste cifre sono andate, purtroppo, di male in peggio: il 20% più ricco della popolazione consuma il 90% dei beni prodotti, mentre il 20% più povero consuma l’1%».

……….

«La disuguaglianza sociale nei paesi ricchi persiste a causa della fede tenace nei dogmi dell’ingiustizia, e può essere uno choc per le persone scoprire a un certo punto che forse c’è qualcosa di sbagliato in molta parte del tessuto ideologico della società in cui viviamo. Come quelli le cui famiglie possedevano un tempo le piantagioni coltivate dagli schiavi dovevano considerare naturale quel tipo di proprietà al tempo della schiavitù, e come il non voto alle donne era considerato un tempo “una condizione di natura”, così tante grandi ingiustizie dei nostri giorni sono, per molti, semplicemente parte del panorama della normalità».

Daniel Dorling,    da  Injustice. Why social inequality persists,    2010

Calendario eventi
maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli