Articoli marcati con tag ‘natale’

Le acque del Mar Dolciastro che invadono i giorni del Natale si vanno ritirando. E mentre il calendario liturgico prepara la festa dei Santi Innocenti, l’equivoco culturale e spirituale soggiacente alla periodica inondazione sentimentale si palesa. I vangeli di Luca e di Matteo che si leggono in questi giorni iniziano con due prologhi tragici: le sequenze che dalle doglie di Betlemme alla strage degli innocenti vogliono avvisare l’ascoltatore che l’irriducibile conflitto fra un potere carnefice e la vittima inerme è la cifra della vita di Gesù. Leggi il resto di questo articolo »

Dall’alto dei miei sogni, frustati ma non frustrati, vedo un mondo alla deriva.
Gente assetata di amore e popoli in guerra:
Dittature di piombo e democrazie di plastica;
Quattro miliardi di tonnellate di rifiuti che ogni anno si accatastano su se stessi;
1.400 miliardi di dollari spesi per commercio di armi mentre
795 milioni di persone soffrono la fame;
7.000 tonnellate di oppiacei e
3 milioni di bambini che muoiono di fame ogni anno;
250 milioni di emigranti nel mondo alla dannata ricerca di un luogo in cui poter vivere.
È una umanità che a forza di produrre armi, droghe e rifiuti è diventata rifiuto esse stessa!
In questa vigilia di Natale il cuore mi si riempie di triste gioia e di nostalgica tenerezza, mentre dal profondo dell’anima sgorga, discreto e silenzioso, quest’inno di amore che dedico a tutti i lettori e lettrici di Huffington post.
A tutti, credenti e non! Leggi il resto di questo articolo »

La grotta di Betlemme non è una “pastorellata”. E’ una indicazione potente che, se un Dio deve nascere, nasce fuori strada, fuori le mura, in un luogo dove l’attenzione pubblica non si posa mai.

padre Ernesto Balducci,  1987

 

vedi:  Inno al Dio inedito e rovesciato

Se il Natale affoga nel trionfo del mercato

Il bene, il male e il senso del Natale

12 gennaio 2014
17:00a20:00

PER INFORMAZIONI: 3337765679

17 dicembre 2013
21:00a23:00

Per informazioni: 3337765679

del 23 dicembre 2012

Penso che Natale è diventata una festa così banale
perché Gesù si lascia usare.
Si lascia usare qui come un debole bambino,
immagine nostalgica di una nostra facile bontà infantile
(come se fosse facile),
una bontà che elude le prove della vita
(ci piacerebbe!), Leggi il resto di questo articolo »

18 dicembre 2012
21:00a23:00

Stampa Articolo Stampa Articolo       Manda via Mail questo articolo Manda via Mail questo articolo

Stampa Articolo Stampa Articolo       Manda via Mail questo articolo Manda via Mail questo articolo
Calendario eventi
febbraio 2018
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli