allargare l'immagine

 

Il prezzo della libertà è una vigilanza continua, eterna, afferma il titolo del primo articolo-video che segue. Ma ognuno vigila su ciò che ritiene prezioso e fondamentale e se c’è una cosa che questo tragico evento del regime sanitario imposto dal progetto criminale chiamato Grande Reset ( nascosto dietro il paravento di un virus presentato mediaticamente coma la peste nera del 1346) ha rivelato è che la stragrande parte della massa di gente ha un solo fine nella banale vita che vive e per cui vigila parossisticamente: la salute, la paura di morire.

La stragrande massa non ha alcuna concezione della vera libertà, del bene comune, delle istituzioni repubblicane e democratiche, della Memoria dei sacrifici che tutto ciò è costato e su cui vigilare. Su questa assoluta deficienza di valori e principi (prodotto da decenni di criminale non-educazione, voluta) il Grande Reset ( attraverso i governucoli complici come il nostro) porta avanti la sua “normalizzazione” feroce e cinica ( per approfondire queste che non sono affermazioni a caso leggete gli articoli a questo linkhttp://www.gruppolaico.it/category/rassegna-stampa/emergenza-rassegna-stampa/ ).

Ecco un ulteriore contributo legale a grande raggio sulla vigilanza necessaria da perseguire contro questo tragico regime sanitario ( contro i suoi vaccini, le sue mascherine, i suoi lockdown), su ciò che si sta facendo ( perchè non tutti sono covidioti), su cosa ogni uomo/donna a cui è rimasto un po’ di senso critico e di dignità dovrebbe fare per vigilare nella sua personale situazione. (GLR)

 

 

 

Il prezzo della libertà è un’eterna vigilanza

Intervista ad Alessandro Fusillo, avvocato civilista e cassazionista del Foro di Roma, esperto in diritto internazionale, amministrativo e tributario.

Tra i primi ad aver messo le proprie conoscenze al servizio dei cittadini, l’avv. Fusillo, attraverso il Movimento Libertario, è in prima linea nel fornire consulenze ed assistenza a tutti coloro che non vogliono sottostare a queste regole liberticide.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato alcuni suoi video, in cui consiglia ai cittadini come rapportarsi con le forze dell’ordine se si viene fermati  ( vedi: Consapevolezza e resistenza legale (9). La dignità di difendersi per amore della Costituzione. ).

Oggi, abbiamo avuto il piacere di intervistarlo: il risultato è un’analisi avvolgente della situazione giuridica italiana. Partendo dall’approfondimento di alcune pronunce di tribunali italiani di vari gradi, metteremo in mostra come nell’ultimo anno siamo stati assoggettati ad un regime totalitario ed illegittimo.

Un regime, che tutt’ora persiste, in cui la gerarchia delle fonti del diritto italiano è stata completamente sovvertita, i cittadini sono stati messi agli arresti domiciliari e i diritti costituzionalmente garantiti sono stati compressi totalmente. I temi dell’intervista ( leggete i link che seguono, ndr) :

 

– Iniziativa #ioapro (gruppo Telegram): la sentenza della Corte di Cassazione n°7988 del 2021,  ha stabilito l’inesistenza di fattispecie penale per i ristoratori e i commercianti. L’accusa di “epidemia colposa” era solo una minaccia?

Frosinone, Roma, Reggio Emilia: la magistratura dichiara l’illegittimità dei DPCM. Impossibile che degli atti amministrativi possano privarci dei diritti costituzionali.

– Sanzioni amministrative: l’imbarazzo delle prefetture nel confermare le multe e l’importanza delle nostre osservazioni.

– Draghi e i decreti legge: un altro strumento usato in maniera illegittima. Siamo di fronte ad un organo legislativo monocratico, personificato della figura del Presidente del Consiglio, che stravolge tutte le regole democratiche.

– I tempi della giustizia italiana: terminati i gradi di giudizio nazionali, si potrà ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, nel frattempo possiamo rivolgerci al Tribunale Penale Internazionale dell’Aia.

Ordinanza del Tribunale di Belluno: come i media hanno creato una fake news. Attualmente in Italia non sussiste nessun obbligo vaccinale per nessun tipo di professione; i datori di lavoro che impongono il vaccino commettono estorsione.

– Vaccino imposto per legge: una tendenza folle contraria alla Costituzione ed alle Carte Internazionali. In base alla Convenzione di Oviedo il consenso informato al trattamento sanitario non può essere scardinato.

Appello alla disobbedienza civile: tutti dobbiamo agire per tutelare noi stessi e le future generazioni.

Conduce Massimo Cascone, produzione Bagony Snikett

 

Vedi e ascoltahttps://www.youtube.com/watch?v=A_BW78rVwc4


In  https://comedonchisciotte.org/ 27/3/2021

 

 

 

 

Incontro con l’avvocato Erich Grimaldi, presidente del “Comitato Cura Domiciliare Covid-19

Intervista all’avvocato napoletano Erich Grimaldi, presidente del “Comitato Cura Domiciliare Covid-19”, che da un anno si sta battendo per la creazione di protocolli terapeutici funzionali alla lotta al virus, attraverso la condivisione di esperienze di medici nazionali ed internazionali.

Sceso in campo fin dall’inizio dell’epidemia, a marzo 2020 l’avv. Grimaldi creò il gruppo Facebook #esercito bianco, dove fece confluire medici di base di diverse città d’Italia. Attraverso lo scambio di informazioni e di esperienze differenti circa l’approccio medico sui primi pazienti, si iniziò a pensare a quali fossero le migliori terapie domiciliari per evitare il sovraffollamento delle strutture.

Per questo motivo, nell’aprile 2020 creò il gruppo Facebook #terapiadomiciliarecovid19 in ogni Regione, attraverso cui medici ospedalieri e del territorio di tutte le regioni poterono confrontarsi circa le varie terapie da adottare per i pazienti a casa.

Il gruppo Facebook #terapiadomiciliarecovid19 in ogni Regione, sostenuto da centinaia professionisti, dopo aver aiutato tanti pazienti durante la fase 1, è nei mesi successivi diventato un faro per l’interscambio di esperienze mediche. Grazie ai sui sforzi, l’avvocato Grimaldi, incrementando il confronto sulle cure anche con altri Stati, ha attivato scambi con due professori universitari di Rio de Janeiro e con l’epidemiologo americano Harvey Risch.

Durante quest’anno, in collaborazione con avv. Piraino del Foro di Roma, l’avv. Grimaldi ha intrapreso numerose battaglie legali. Da “Il Caso Idrossiclorochina”, farmaco sospeso dall’AIFA successivamente alla fase 1 nonostante gli studi internazionali che ne dimostravano l’efficacia, alla richiesta di sospensione – accolta dal TAR – di una determina della regione Lazio che limitava la libertà prescrittiva dei Medici di medicina generale, subordinando la prescrizione dei farmaci all’esito positivo del tampone, spesso tardivo, e ritardando così le cure.

Nel novembre 2020 gli avvocati Grimaldi e Piraino hanno fondato il Comitato Cure Domiciliari Covid. Nello statuto del Comitato si legge: “Il Comitato ha per scopo tutte le iniziative volte alla tutela del diritto alla cura dei cittadini e dei malati di covid-19 nel corso della pandemia virale, con particolare riferimento al diritto a ricevere cure adeguate a livello domiciliare da parte del Servizio Sanitario Nazionale in ogni regione italiana. Il Comitato agirà su tutto il territorio nazionale, per la difesa dei loro interessi e per l’affermazione dei loro diritti, sia in via stragiudiziale che giudiziale, avanti a qualunque Autorità nazionale o internazionale o Ente.

Il Comitato, grazie all’analisi degli studi internazionali e alle esperienze condivise di tantissimi professionisti, ha creato uno schema terapeutico, sostenendo così i medici di base e limitando la pressione sugli ospedali. Il Comitato ha inoltre diffidato alcune regioni italiane, chiedendo la rendicontazione dei fondi stanziati dal governo per le USCA (unità speciale di continuità assistenziale) nonché la percentuale di visite a domicilio svolte da quest’ultime. Nessuna regione è riuscita a consegnare i dati richiesti.

A partire dal mese di febbraio l’avv. Grimaldi ha iniziato un dialogo con le istituzioni per portare lo schema terapeutico nelle singole regioni. I primi contatti sono avvenuti con la Lombardia e con il Molise, che potrebbe essere la prima regione ad adottarlo ufficialmente; sono previsti inoltre incontri con Abruzzo e Lazio.

In questo modo il Comitato è riuscito ad avere anche un confronto con il Ministero della Salute, incontrando il sottosegretario di Stato Sileri ed esponendogli tutte le rilevanze scientifiche su chi si fonda lo schema terapeutico prodotto. L’avvocato si auspica che il Comitato e i validissimi medici che ne fanno parte possano partecipare ad un tavolo di discussione per la creazione di un protocollo univoco di cura precoce.

Il 4 Marzo 2021 il TAR del Lazio ha accolto l’istanza cautelare presente nel ricorso contro il Ministero della Salute e l’AIFA, ricorso con il quale gli avvocati Grimaldi e Piraino chiedevano l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della nota AIFA del 9 dicembre 2020 recante “principi di gestione dei casi covid19 nel setting domiciliare”, nella parte in cui prevede nei primi giorni di manifestazione dei sintomi unicamente una “vigile attesa” e la somministrazione di fans e paracetamolo, schema rivelatosi pregiudiziale per la salute del malato.

Il TAR per il momento ha quindi sospeso l’efficacia della nota AIFA, e ha fissato l’udienza di trattazione del merito del ricorso a Luglio 2021. l’avvocato Grimaldi sostiene che ciò porterà probabilmente alla “cessazione della materia del contendere” e ad evitare così il giudizio.

Conduce Massimo Cascone, produzione Bagony Snikett

 

Vedi e ascolta: https://www.youtube.com/watch?v=lpm0NTcwqdo

 

In https://comedonchisciotte.org/ 25/3/2021

 

 

 

 

PANDEMIA: Crimini contro l’Umanità nell’Inverno della Scienza

Il magistrato Angelo Giorgianni in qualità di Segretario generale dell’Organizzazione Mondiale per la Vita e di Presidente dell’associazione L’Eretico annuncia che a breve sarà rilasciato un comunicato ufficiale sulla denuncia presentata alla Corte Penale Internazionale in relazione ai crimini contro l’umanità che a nostro parere sarebbero stati commessi da vari governi nazionali ed anche da quello italiano. Ecco la sua dichiarazione ufficiale.

Avevamo ritenuto prudente e rispettoso per l’Istituzione Giudiziaria mantenere riservato il documento in quanto appena depositato al procuratore generale del Tribunale dell’Aja, ma l’attacco mediatico di cui siamo stati oggetto proprio il giorno successivo all’invio dell’esposto per email PEC, rende a questo punto indispensabile che chiunque ne conosca i contenuti per farsi una propria idea sulla gravissima e delicata questione»
I nostri avvocati stanno valutando le azioni legali da intraprendere nei confronti di coloro che ci hanno definiti in modo offensivo, falso e tendenzioso “no vax” e “negazionisti” , in relazione al libro Strage di Stato, scritto da me con il dottor Pasquale Bacco, dove non si nega la pericolosità del virus ma si evidenzia invece che la sua mortalità è risultata elevata in ragione di decessi superficialmente attribuiti al Covid-19 senza nemmeno le autopsie, di errori diagnostici e terapeutici, di una mancata corretta prevenzione nell’emergenza epidemiologica (problematica oggi al vaglio della Procura della Repubblica di Bergamo) e delle terapie efficaci ignorate per mesi.

Ai negazionisti di queste macroscopiche evidenze piace chiamarci “complottisti” anche se preferiremmo essere definiti con il nostro vero nome: complotto-logi.

Perché stiamo studiando e denunciando l’intrecciò di complotti di varie istituzioni nazionali e internazionali che ha reso devastante la pandemia soprattutto per l’allarme mediatico, sociale ed economico conseguente ai continui lockdowns privi di qualsivoglia reale motivazione scientifica e spesso disattendendo le indicazione delle Istituzioni sanitarie, preposte alla valutazione.

Nell’ottobre scorso anche l’autorevole virologo Giorgio Palù, di recente nominato presidente dell’ AIFA, aveva rimarcato questo stesso concetto con parole inequivocabili:

«La letalità del SARS-Cov-2 oscilla tra lo 0,3 e lo 0,6 % mentre per la SARS (2003, ndr) era del 10 % e della MERS del 36 %, due Coronavirus che si sono estinti nel giro di un anno. Questo ci dovrebbe un po rasserenare invece questa Infodemia, cioè questa informazione che è diventata pandemica, questa paura del contagio, paura della morte: questa sì è divenuta virulenta e contagiosa. Si è perso il buonsenso, la ragionevolezza, la capacità critica di valutare i dati per quello che sono. Siamo nell’autunno della ragione».

In https://www.worldlifeo.com/  25/3/2021

 

 

 

 

COMMISSIONE CORONA: UNA NUOVA NORIMBERGA CONTRO L’INFODEMIA

Su Byoblu24 interviene in esclusiva l’avvocato tedesco Reiner Füllmich, già autore di un video denuncia che avevamo tradotto in passato, per spiegare l’iniziativa della Commissione Corona.

Una commissione di inchiesta istituita in Germania dall’avvocato e da alcuni suoi colleghi per fare luce sull’effettiva validità dei test Drosten PCR per stabilire la positività delle persone infette. In particolare la Commissione indaga sulla correlazione tra il numero dei positivi riscontrati e le conseguenti misure restrittive che hanno portato alla chiusure di centinaia di migliaia di imprese.

A partire dalla Commissione Corona l’avvocato Füllmich insieme ad altri avvocati di tutto il mondo hanno dato il via ad una serie di cause legali, in alcuni paesi divenute class action, per chiedere un risarcimento danni ai Governi, alla luce dei risultati della Commissione Corona.

 

Vedi e ascolta: https://www.byoblu.com/2021/03/09/commissione-corona-una-nuova-norimberga-contro-linfodemia-reiner-fullmich/

 

In https://www.byoblu.com /9/3/2021

 

 

ANNO II DEL REGIME SANITARIO

 

 

 

E’ difficile trattare l’ignoranza, dice il grande filosofo greco Platone. Soprattutto quando l’ignoranza si arricchisce di supponenza, cecità e “fifa blu”, come nel covidiota. E su questa crassa ignoranza il Grande Reset e i governucoli come il nostro stanno costruendo un regime globale sanitario spaventoso.

Per approfondire tutto questo e gli argomenti di questo articolo v’invitiamo a cliccare sui “tag” in fondo a questa pagina e a leggere in particolare:

Pericolo vaccino (14). "Questa è una guerra"

Pericolo vaccino (13). La violenza del potere.

Consapevolezza e resistenza legale (11). Contro lo stato d'eccezione.

Consapevolezza e resistenza legale (6). Dittatura si viene facendo.

Terrore sanitario (41): il nodo scorsoio vaccino.

Considerazioni al tempo del regime sanitario (14). Una massa di peccatori penitenti.

Pericolo mascherina (2). Manca l'aria! Manca l'intelligenza!

UMILIATI E OFFESI (2). Ci vuole così poco ad abituarci...

 



Calendario eventi
aprile 2021
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli