La scuola deve sviluppare nel giovane l’abitudine dello sforzo intellettuale e del metodo nel lavoro, il bisogno delle idee chiare e logicamente concatenate, il gusto della iniziativa personale, la forza e il coraggio di essere se stesso, l’attitudine a servirsi rettamente della propria ragione e della propria volontà, il sentimento più alto che sia possibile della dignità umana, la disposizione a guardare i fenomeni da più lati e dall’alto, la capacità di comportarsi davanti a qualunque questione non come un pappagallo dotto, ma come un uomo ignorante sì, ma capace di osservare, capire, rettamente volere, energicamente operare…

Gaetano Salvemini (1873- 1957),  in  Che cos’è la cultura?, 1908.

 

vedi: Pensiero Urgente n.256)

La cultura usa e getta

Pensiero Urgente n.224)

La pulizia Etica della nuova scuola che insegna il nulla


Calendario eventi
dicembre 2017
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli