CONSIDERAZIONI (33)

ANNO III DEL REGIME SANITARIO-DIGITALE

 

Le altre “Considerazioni al tempo del regime sanitario ” le trovate  QUI

_________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Considerare. Riflettere. Accendere sempre di più il senso critico. Ponderare. Meditare. Nutrirsi della forza morale dei Testimoni del passato.

Considerare con Primo Levi ” Se questo è un uomo”. Se quest’uomo spaventato, manipolato, imbavagliato, disinfettato, siringato, controllato sanitariamente (?) e digitalmente, green-pass-ato è un uomo, ancora un uomo. Se l’uomo progettato, attraverso l’Agenda 2030, dai criminali che gestiscono il Grande Reset, da noi e nel mondo, è ancora un uomo. Se vivere di emergenze continue, continue paure, asserviti e addomesticati vuol dire ancora vita.

Un uomo “ricalibrato”: vedi QUI. Vedi e considera…

La prima Resistenza a questo orrore sono le nostre considerazioni, il nostro pensiero critico, l’informazione, la nostra ragionata indocilità che costruiscono, poi, l’azione politica e sociale, le disubbidienze civili, le opposizioni di ognuno di noi alla propaganda mediatica. Ognuno di noi non diventato covidiota. Non ridotto alla resilienza, la mefitica resilienza (vedi QUI). Non arreso.

Vi offriamo questi importanti video da seguire con attenzione e meditazione. V’invitiamo a leggere questo articolo: Considerazioni al tempo del regime sanitario (23). “Considerate se questo è un uomo”.

Ci invitiamo tutti a rimanere uomini/donneC’invitiamo a conservare la dignità, costi quello che costi. (GLR)

 

 

 

 

L’uomo nuovo non sarà un uomo

Francesco Carraro, scrittore e giornalista

Vedi e ascolta QUI

30/5/2022

 

 

 

 

Padroni del mondo in un pianeta di pecore

Se un piano che riguarda noi, non lo possiamo sapere noi, non è per noi, ma contro di noi.

Silver Nervuti

Vedi e ascolta QUI

24/5/2022

 

 

Psicoidiozia e cialtroneria del nostro “paese”.

Chi russa non piglia pesci

Siamo entrati nell’era delle pandeminchie: la virale, l’ambientale e la conflittuale, mentre il gregge dorme e attende il finale.

Silver Nervuti

Vedi e ascolta QUI

1/6/2022

 

 

Dire tutto senza dire una parola. I non-covidioti capiranno… E rileggete QUI.

Il pianeta delle scimmie chimiche

Dove vivono le scimmie e dove si parla delle scimmie.

Silver Nervuti

Vedi e ascolta QUI

28/5/2022

 

 

 

 

Dispotismo il vero volto del nuovo ordine mondiale

Il mondo sta attraversando un processo storico di trasformazione inarrestabile che, secondo l’esperto finanziario Ernst Wolff, non può essere invertito. La ragione è che il nostro sistema finanziario ed economico minaccia di crollare e non è praticabile nella sua forma attuale.

Ecco perché l’élite finanziaria sta facendo tutto ciò che è in suo potere per creare un nuovo ordine mondiale ed economico nel suo interesse. Questo viene attualmente preparato in molti modi, con gli stessi nomi che appaiono di continuo: Il World Economic Forum, WEF in breve, la Fondazione Rockefeller e la Fondazione Bill & Melinda Gates.

Anche le banche centrali del mondo stanno giocando un ruolo importante. La riorganizzazione è confezionata in un’agenda promettente come il “Grande Reset” o l’”Agenda 2030“. In questo programma, vengono evidenziate varie caratteristiche che mostrano che il loro vero carattere, tuttavia, è tutt’altro che promettente….

Leggi, vedi e ascolta QUI

22/1/2022


 

 

 

Se volete un esempio attualissimo e nostrano del dispotismo dell’Agenda 2030 leggete questo articolo. E dite grazie ai pecoroni…

PARTE L’ESPROPRIO IMMOBILIARE

Dal 2012, con l’arrivo del Governo di Mario Monti, sentiamo costantemente ripetere da blasonati professoroni e supertecnici della finanza (pubblica e privata) che per addrizzare gli italiani necessita bruciare loro i risparmi, perché non sanno adoprarli, soprattutto togliere loro la proprietà di casa, perché immobilizzazione di risorse sottratte ai mercati. Oggi, grazie a Mario Draghi e alla sua capacità di “ricatto”, la porta è bella e sfondata. A luglio Supermario privatizzerà l’acqua italiana, in forza d’un atto d’imperio sul Parlamento, volutamente dimenticando il referendum sull’acqua pubblica….

In forza di questo modello, Draghi prima privatizzerà l’acqua e poi aprirà agli stravolgimenti urbanistici: per esempio, obbligo delle cessione di terra o casa da parte dei cittadini ai grandi gruppi….

Così, il modello espropriativo del “bene casa” segue a ruota quello del “bene acqua”. Per abolire la micro-proprietà privata (i piccoli proprietari), il metodo parte con l’inasprimento della tassazione (Imu, Tasi, reddito) e l’aumento d’imposizioni normative (messa a norma Ue). E poi s’irrobustisce con la possibilità per i grandi privati d’acquisire a prezzo politico interi quartieri (come avvenne a San Francisco)…..

Continua la lettura QUI

6/6/2022

 

allargare l’immagine

 

 

E quindi tanto per ricordare…

Mario Draghi? Un vile affarista, parola di Francesco Cossiga

Mario Draghi è un vile affarista e guai ad averlo come presidente del consiglio. A dirlo è Francesco Cossiga a Luca Giurato a Striscia la Notizia, un po’ di anni fa.

Ascolta e vedi QUI

 

 

 

 

 

Loro, i complici nostrani del progetto criminale chiamato Grande Reset, vanno avanti comunque. Con tutti questi pecoroni imbavagliati, inoculati, tamponati e, soprattutto, eternamente spaventati perchè non dovrebbero andare avanti?

Sentenza della Corte Costituzionale e scenario autunnale.

Analizziamo la decisione della corte costituzionale in merito a Lockdown e restrizioni. Vediamo cosa ci aspetta il prossimo autunno.

Vedi e ascolta QUI

30/5/2022

 

 

OBBLIGO VACCINALE, ATTESA IL 29 NOVEMBRE LA SENTENZA DELLA CONSULTA. MARCO MORI: “SERVONO DUE MANIFESTAZIONI UNITARIE A ROMA”

Il 29 novembre prossimo la Corte Costituzionale dovrà pronunciarsi sulla legittimità o meno dell’obbligo vaccinale ai lavoratori del settore sanitario. La questione era stata sollevata dal Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia, il massimo organo di giustizia amministrativa della Regione a statuto speciale, equivalente – per capirci – al Consiglio di Stato. A sollecitare i giudici amministrativi siciliani a portare la questione dinanzi la Corte Costituzionale era stato l’avvocato Vincenzo Sparti, intervenuto su Byoblu in una puntata della trasmissione “Sottotraccia”. .

Il 29 novembre sarà il d-day dell’obbligo vaccinale”, ha detto l’avvocato Marco Mori (Italexit) per sottolineare l’importanza di questa pronuncia. Il rischio è che la Corte Costituzionale pervenga a una pronuncia politica per salvare l’obbligo vaccinale introdotto dal governo Draghi e confermato dal Parlamento.


Per scongiurare questa eventualità è necessario mettere pressione ai giudici costituzionali organizzando due manifestazioni unitarie a Roma, a cui partecipino milioni di persone. La prima dovrebbe essere fatta verso la fine dell’estate, l’altra a ridosso della pronuncia, se non proprio il 29 novembre, ha detto Mori.

Vedi e ascolta QUI

4/6/2022


 

 

 

L’Italia che dimentica

In questa epoca di intellettuali da schermo e tuttologi da propaganda, in questa epoca di commemorazioni e di pensiero sempre rivolto al passato per evitare di guardare, e ragionare, sul presente e sul futuro, in questa epoca di pensiero unico, io “cittadino semplice” ma libero provo a ricordare, memore che solo la conoscenza porta alla sapienza.

Parliamo di Europa ed Italia in questi anni così complessi. Anni che iniziarono con la fine del secondo conflitto mondiale. In Italia passammo per gli anni bui del terrorismo, arrivammo ad un giro di boa con la fine della prima repubblica nel 1993 e ci catapultammo in una incompiuta seconda repubblica ove spesso, troppo spesso, si è ritenuto pericoloso dare la parola, attraverso il voto, ai cittadini italiani. I “cittadini semplici” per l’appunto. Oggi la guerra in Ucraina, precedentemente la pandemia…..

Quanta ipocrisia nel nostro Occidente!!! Parlando di “ipocrisie” proviamo a cercarne altre nella nostra triste, ma tanto amata, Italia. Amata da noi “cittadini semplici”….

Continua la lettura QUI

3/6/2022

 

 

 

 

Abbiate il coraggio di ascoltare una voce che la mefitica propaganda occidentale ( e quindi anche nostrana) definisce come una voce del diavolo. Ascoltate per farvi DA SOLI un’idea se questa è una voce del diavolo. Ascoltate per non appecoronarvi.

ALEKSANDR DUGIN: VI SPIEGO IL NUOVO TOTALITARISMO

In esclusiva su Byoblu, Francesco Borgonovo intervista il filosofo e politologo russo Aleksandr Gel’evič Dugin. Alcune anticipazioni sono state trasmesse nella prima puntata del talk “1984 – La guerra è pace”. Il politologo ha fatto il punto della situazione, orientandosi tra le due propagande di guerra attualmente vigenti.

L’intervista a Dugin: il filosofo più pericoloso del mondo

Proprio come nel romanzo di George Orwell, termini e definizioni stanno sempre più assumendo connotazioni opposte al loro reale significato. Le democrazie neoliberali stanno infatti spesso sfociando in autoritarismi. “Oggi liberalismo e democrazia sono diventati strumento del totalitarismo occidentale”, ha spiegato Aleksandr Dugin. La radice può essere ricondotta a un “imperialismo ideologico” che offre una scelta di pensiero soltanto a chi abbraccia l’ideologia neoliberale.

Il nuovo liberalismo digitale

Nell’intervista, il politologo analizza anche la rivoluzione digitale in corso e attraverso cui si intende affinare una gestione politica, culturale e sociale, sempre meno “analogica” e democratica. Un punto cardine della dottrina liberalista progressista e che mira a modellare la società verso un pensiero unico e incontrastabile. Quali sono i possibili scenari di una fine del conflitto russo-ucraino e quale potrebbe essere l’aspetto delle società occidentali nel futuro prossimo? Ce lo spiega Aleksandr Dugin, solo su Byoblu.

Vedi e ascolta QUI

3/6/2022

 


 

LA NUOVA “EVOLUZIONE” UMANA SECONDO IL GRANDE RESET

 

 

 

ANNO III DEL REGIME SANITARIO-DIGITALE

 

 

 

Sui pericoli del vaccino e delle mascherine leggi i tanti articoli dedicati qui e presenti in molti GLR-NOTIZIE ( soprattutto in GLR-NOTIZIE 96)

e sulle reazioni avverse dei vaccini leggi qui. Rileggi, sui pericoli del vaccino, questo articolo QUI.


Comunichiamo a tutti l’attivazione del numero telefonico relativo alla segnalazione di reazioni avverse da farmaci: 338.5630031. È attivo da lunedi 23/5/2022.
L’iniziativa è condotta dall’associazione “
Libertà è Partecipazione” e si prefigge un obiettivo nazionale.
Divulghiamo.


Importanti  contributi video di informazione libera sulla “guerra” di regime li puoi rivedere in GLR-NOTIZIE-FLASH da 15 a 31 e SOPRATTUTTO i n. 32 e 33 che puoi scaricare QUILeggete le importanti informazioni in GLR-NOTIZIE da 92 a 96


Leggi “GLR-NOTIZIE” e “ GLR-NOTIZIE FLASH”  QUI

In particolare rileggete GLR-NOTIZIE FLASH 25 e 26

Leggi  GLR-CONSIDERAZIONI 30, 31 e 32

 

INFORMAZIONI DI RESISTENZA

QUI

 

SENTI IL DOVERE DI DIFFONDERE QUESTE CONSIDERAZIONI

 

 

 



Calendario eventi
giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli