Articoli marcati con tag ‘Sindona’

di Giuseppe Oddo     Il Sole Domenica   12.4.15

Il malgoverno, l’illegalità, il saccheggio delle risorse pubbliche sono divenuti in Italia una condizione permanente realizzatasi a partire dagli anni ’70 con un “golpe invisibile” che ha segnato la storia della prima repubblica, condizionato lo svolgersi della seconda e che lascia appese a un filo di speranza le sorti della terza. Gli artefici di questo degrado materiale, morale e civile del Paese, che hanno reso la democrazia un “simulacro”, sono, a giudizio di Giorgio Galli, la borghesia finanzario-speculativa e i ceti burocratico-parassitari che già quarantinque anni fa si erano impadroniti della Dc. Il politologo ottantasettenne autore di una produzione saggistica tra le più vaste ed originali osserva come a metà degli anni ’70 si fossero create le condizioni per una svolta che sbarrasse la strada alla finanza d’assalto dei Sindona e dei Calvi e all’avanzata della borghesia di Stato allora rappresentata da Eugenio Cefis. Alle politiche del 20 giugno 1976 il Pci aveva raggiunto il massimo storico del 34,4 per cento. La Dc, al 38,7%, non disponeva più di una maggioranza. Il responso delle urne rendeva attuale una svolta riformista. Leggi il resto di questo articolo »

I MERCANTI DEL VATICANO. AFFARI E SCANDALI: L'IMPERO ECONOMICO DELLE ANIMEIl volume passa in rassegna, metodicamente, la formazione del capitale finanziario dello Stato del Vaticano, gentilmente donato da Mussolini con il Concordato del 1929, ed il suo «investimento» nella società italiana, operato attraverso la costituzione e l’espansione di una banca vera e propria in condizioni di extraterritorialità e l’aiuto di massoni, mafiosi, e banchieri come Sindona e Calvi.. Guarino non si esime, inoltre, dal ristampare integralmente l’unico serio censimento dei beni immobiliari della Chiesa mai apparso in Italia. Il volume si sofferma anche sulle manovre finanziarie operate, in tempi più recenti, dalle nuove sette cattoliche quali l’Opus Dei, e dai business avviati sia nel campo ospedaliero, sia nel merchandising più becero e kitsch. Libro fondamentale  ( con VATICANO S.P.A., L’UNTO DEL SIGNORE, LA QUESTUA, più sotto presentati) per conoscere lo scandalo della finanza vaticana che domina l’Italia e ne impedisce ogni forma di autentica laicità.

di Mario Guarino,  ed. Kaos   2008,  € 18,00

IL CAFFE' DI SINDONA. UN FINANZIERE D'AVVENTURA TRA POLITICA, VATICANO E MAFIALa storia d’Italia è punteggiata di misteri. Uno dei più inquietanti è probabilmente quello della morte di Michele Sindona nel marzo del 1986. Conosciamo la causa del decesso: un caffè al cianuro bevuto nella sua cella nel carcere di Vogherà, un caffè simile a quello alla stricnina che uccise Gaspare Pisciotta ai tempi del bandito Giuliano. Ma chi mise il veleno nella tazzina? E perché? Per capirlo, è necessario in primo luogo ricostruire la biografia e la personalità del banchiere siciliano. Era uno degli uomini di fiducia del Vaticano, e in particolare dello IOR diretto da Paul Marcinkus, ma aveva anche legami con la mafia. Fu anche condannato all’ergastolo come mandante dell’omicidio dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della sua Banca Privata Italiana. I due ex-magistrati autori del libro c’introducono negli oscuri misteri italiani che videro Sindona e Calvi protagonisti e che ci soffocano ancora.

di Gianni Simone e Giuliano Turone,  ed. Garzanti  2009

QUALUNQUE COSA SUCCEDAQuesta è la storia di Giorgio Ambrosoli, per cinque anni commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso a Milano da un killer la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979. La racconta a trent’anni di distanza il figlio Umberto, che ai tempi era bambino, sulla base di ricordi personali, familiari, di amici e collaboratori e attraverso le agende del padre, le carte processuali e alcuni filmati dell’archivio RAl. Sullo sfondo, la storia d’Italia in quel drammatico periodo. Nell’indagare gli snodi di un sistema politico-finanziario corrotto e letale, Ambrosoli agiva in una situazione di isolamento, difficoltà e rischio di cui era ben consapevole. Il racconto illumina il carattere esemplare delle scelte di Giorgio Ambrosoli, la sua coerenza agli ideali di libertà e responsabilità e, insieme, sottolinea il valore positivo di una storia ancora straordinariamente attuale.

di Umberto Ambrosoli, ed. Sironi  2009, € 18,00

VATICANO S.P.ASpericolate operazioni finanziarie mascherate da opere di carità e fondazioni di beneficenza. La storia raccontata in questo libro parte da un archivio custodito in Svizzera e da oggi accessibile a tutti. Circa quattromila documenti riservati della Santa Sede. Sembrava una storia conclusa con gli scandali degli anni Ottanta: Marcinkus, Sindona e Calvi. Invece tutto ritorna. Titoli di Stato scambiati per riciclare denaro sporco.Lo Ior ha funzionato come una banca nella banca. Una vera e propria “lavanderia” nel centro di Roma, utilizzata anche dalla mafia e per spregiudicate avventure politiche. Un paradiso fiscale che non risponde ad alcuna legislazione diversa da quella dello Stato Vaticano. Tutto in nome di dio.

di Gianluigi Nuzzi,  ed. Chiarelettere  2009,   € 15,00

Calendario eventi
novembre 2019
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli