Il progetto di regime sanitario per condurre verso la dittatura digitale e una società del controllo non riguarda solo l’Italia ma tutto il mondo. Il progetto di una “nuova normalità” all’interno di futuri “stati terapeutici” non riguarda solo l’Italia ma tutto il mondo. E in questi progetti il ruolo dei media per propagandare il pensiero unico sul virus e la conseguente paura permanente è fondamentale.  Ma c’è (e ci deve essere) “chi resiste” e non si adegua! (GLR)

 

Bassetti sulle mascherine a scuola: «Demenziale» e cita le conseguenze

Negli ultimi giorni il dottor Bassetti si è espresso in più occasioni sull’uso delle mascherine a scuola, sia per i più piccoli, sia per gli insegnanti.

L’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova da mesi cerca di abbassare i toni sul catastrofismo a cui sembra non vogliano rinunciare governo, media e altri colleghi. Bassetti ha sempre sostenuto che le mascherine sono necessarie quando non è applicabile il distanziamento di sicurezza ma senza cadere nella “dittatura delle mascherine”.

Da giorni il tema scuola è diventato uno dei più discussi e l’infettivologo ha voluto commentare le modalità scelte. Bambini con le mascherine: Bassetti dice no. In una delle ultime interviste rilasciate al programma Omnibus su La7, il professore è stato chiaro. «Se per caso tra 15 giorni i nostri figli e i nostri studenti non potranno andare o a scuola o all’università sarà un fallimento totale».

E ha aggiunto: «Pensare di mandare a scuola dei bambini per 8 ore con la mascherina è demenziale».

Per il professor Bassetti le scuole dovrebbero essere sicure a prescindere dalle mascherine perché ci sono stati sei mesi di tempo per metterle in sicurezza. Anche nel suo ultimo post su Facebook ne ha parlato, condividendo il documento ufficiale dell’OMS e dell’UNICEF sull’uso delle mascherine per i bambini a scuola.

«Nel documento si dice chiaramente (e lo traduco per chi non conoscesse l’inglese), citando articoli scientifici pubblicati, che la mascherina chirurgica può causare ai bambini sulla base di esperienze di utilizzo: senso di calore, irritazione, difficoltà respiratorie, fastidio, difficoltà di concentrazione, distrazione e bassa accettazione della maschera stessa».

In più Bassetti ha aggiunto che l’efficacia delle mascherine non è stata dimostrata durante il gioco e le attività fisiche. «Negli adulti la maschera chirurgica ha ridotto la capacità cardio-polmonare durante gli sforzi (non fanno uno sforzo i nostri ragazzi durante le interrogazioni?)»

Anche durante il suo intervento a Ominbus Bassetti ha parlato dei danni che avrebbero potuto causare le mascherine negli adulti. La conduttrice ha chiesto al medico: «Cosa succede se io parlo con la mascherina? È vero che dopo 15 minuti perdo lucidità?»

Bassetti ha risposto «Purtroppo c’è una iperconcentrazione di anidride carbonica. Si può perdere lucidità e si possono avere alterazioni significative di quelli che sono i parametri del respiro».

Denise Baldi Oltre.Tv 26/8/2020

 

Matteo Bassetti risponde a Sofia Ventura: “Si può perdere lucidità parlando con la mascherina …

Vedi e ascolta: https://youtu.be/NUGMoVal37E

24/8/2020

 

 

TARRO SVELA I RISCHI DELLE MASCHERINE ► “Possono essere dannose: le usiamo in modo inaccettabile”

Giulio Tarro è un medico e virologo

Vedi e ascolta: https://www.youtube.com/watch?v=-LXM_x0BXBk

25/8/2020

 

 

Mariano Amici, accuse pesanti di un medico: «Questa è una guerra»

Il dottor Mariano Amici ha partecipato a un evento a Ravanusa (Agrigento). Ha parlato della situazione Covid in generale, dei tamponi e dei “professionisti dell’informazione”.

Nei giorni dal 12 al 19 agosto si è svolto l’evento Settimana Sociale Ravanusa 2020 organizzato dall’avvocato Massimiliano Musso. Sono stati trattati molti argomenti, dall’economia alla salute. «Questa è una voce di verità, per reagire contro le menzogne che ci stanno propinando ogni giorno», ha iniziato il medico romano.

Dal palco di Ravenusa è entrato subito nel vivo: «Il tampone è uno strumento per diffondere il panico nella popolazione, nient’altro». L’accusa del dottor Mariano Amici deriva dal fatto che nessun tampone è mai stato validato per il SARS-CoV-2. Quindi come può essere attendibile?

Ha poi aggiunto che la prova che i tamponi siano approssimativi deriva anche dal fatto che in commercio ce ne sono decine, nessuno uguale all’altro. Mariano Amici ha affermato che se una persona facesse il test con due tamponi diversi tra quelli disponibili avremmo, con buona probabilità, due risultati diversi: «Quindi non servono a nulla».

Ha inoltre aggiunto che gli stessi laboratori di analisi, quando rilasciano i risultati, scrivono a chiare note che il tampone è attendibile solo entro una certa percentuale (che il medico ha indicato essere il 50%, in accordo con quanto sostenuto da infettivologi come Bassetti).

«Perché deve essere diffuso il panico? Per due motivi: uno speculativo e l’altro per diffondere la notizia che in giro ci sono untori che possono contagiare la malattia. Sono tutte stupidaggini, non c’è niente di vero».

Sulla parte speculativa il medico ha accusato lo Stato di acquistare tamponi inutili per milioni di euro, sperperando così i soldi pubblici: «Chi sperpera il denaro pubblico deve essere arrestato».

Ha messo in dubbio il numero totale dei morti, affermando che dei 35.000 decessi non sappiamo quanti siano stati realmente causati da Covid. «Fino adesso non ho visto una sola rete nazionale dire un 10% di verità sulla vicenda, ho ascoltato solo menzogne». Siamo nel bel mezzo di una guerra

Il medico ha continuato il suo intervento spiegando che conviviamo tutti i giorni con miliardi di germi patogeni (batteri, virus, funghi o altro) ma non sempre ci ammaliamo. Ha poi riportato alcuni numeri, come i decessi annuali da tumori che ammontano a circa 180.000 e da malattie cardiovascolari che raggiungono i 250.000 decessi.

«Questa non è un’emergenza sanitaria? Lo è la Covid con sì e no 30.000 casi gonfiati. Si devono vergognare».

Il dottor Mariano Amici ha concluso: «Signori e signori questa è una guerra, qui c’è dietro un’organizzazione mondiale. La guerra prima si faceva per soldi e coinvolgeva una nazione contro l’altra. Oggi siamo di fronte a un tentativo di dittatura mondiale portata avanti con una falsa scusa sanitaria. Certamente la Covid esiste ma non mette paura a nessuno».

Denise Baldi Oltre.Tv 26/8/2020

 

“Tampone strumento per diffondere il panico nella popolazione”: l’intervento del Dott. Mariano Amici

Vedi e ascolta: https://youtu.be/Lof021hzOh8

19/8/2020

 

ANNO I DEL REGIME SANITARIO

 

 

Articoli che vi raccomandiamo di leggere per approfondire:

Clikka sotto al “tag” terrore sanitario

Clikka sotto al “tag” stato terapeutico

Terrore sanitario (38). Tamponi incontrollati.

Terrore sanitario (37). Incubo mascherina!

Terrore sanitario (32). La tragedia della nuova "normalità".

Terrore sanitario (34). Dalli al negazionista!

Fascismo in mascherina

Scuola addio? (2). Deprimere i bambini.

Terrore sanitario (17). L'allarme di psicologi e psichiatri

Terrore sanitario (14). La religione della mascherina

Ai tempi del virus: l'egoismo dei bastardi

735 medici ci avvisano...

 

 


Calendario eventi
agosto 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli