Articoli marcati con tag ‘Flores d’Arcais’

 Ho voluto disintossicarmi di tutte le tossine che in vent’anni di berlusconismo, senza che mi abbiano infettato, hanno tuttavia impiastrato la mia speranza, infettando anche gli angoli più remoti della mia coscienza. Starei per dire “Portatore sano!”…,perché?. Assolutamente no! Passata la tempesta odo gli augelli far festa, direbbe il poeta. Grazie a noi tutti, i resistenti, ora si ritorna a lottare e sperare, a parlare di politica e di società. Questo il motivo del mio lungo silenzio. Certo, stiamo ridotti male. Le macerie sono ancora fumanti. Macerie di politica e di economia, ma anche macerie di morale e di chiesa. Sì: di chiesa! Una chiesa ottusa e autoreferenziale, una chiesa che non sa farsi interrogare dalla storia e non sa interpellare i fatti. Una chiesa ancora prigioniera dei suoi tabù e vittima dei suoi stessi principi che ripete all’infinito come mantra. E’ bastata la morte del carissimo e indimenticabile Luigi Magri perché nel suo mutismo blaterasse solo un incontestabile principio: “Non siamo padroni della vita”! E a chi lo dice? Ad uno che nella vita ha sempre combattuto i padroni e non ha voluto essere padrone di niente….! Leggi il resto di questo articolo »

L’Europa non è il Maghreb, i governi d’establishment delle democrazie in crisi non sono comparabili ai dispotismi dei Ben Alì, Mubarak, Gheddafi (per non parlare di Assad), e dunque le rivolte del Nordafrica non hanno alcuna probabilità di ripetersi nel Vecchio continente. Ma è accecante cecità quella del primo ministro Cameron che di fronte alle fiamme di Tottenham sentenzia: “Pura criminalità”. Ci sono certamente anche i delinquenti, come sempre accade nei momenti torbidi. Ma c’è innanzitutto la rabbia e l’esasperazione di chi (masse, ormai. E soprattutto crescenti. E in primo luogo giovanili) è stato escluso dalla cittadinanza democratica, e infine dalla stessa speranza di accedervi.  Perché la democrazia implica diffusa mediocrità di ricchezze, come già insegnava Rousseau, e non può reggere a lungo la dismisura tra l’opulenza sempre più sfacciata (e spesso proterva di illegalità) degli “happy few” e l’orizzonte di neo-povertà che inghiotte ex ceti medi e avvelena la condizione giovanile. Leggi il resto di questo articolo »

Calendario eventi
febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728EC
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli