Articoli marcati con tag ‘Ambrosoli’

QUALUNQUE COSA SUCCEDAQuesta è la storia di Giorgio Ambrosoli, per cinque anni commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso a Milano da un killer la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979. La racconta a trent’anni di distanza il figlio Umberto, che ai tempi era bambino, sulla base di ricordi personali, familiari, di amici e collaboratori e attraverso le agende del padre, le carte processuali e alcuni filmati dell’archivio RAl. Sullo sfondo, la storia d’Italia in quel drammatico periodo. Nell’indagare gli snodi di un sistema politico-finanziario corrotto e letale, Ambrosoli agiva in una situazione di isolamento, difficoltà e rischio di cui era ben consapevole. Il racconto illumina il carattere esemplare delle scelte di Giorgio Ambrosoli, la sua coerenza agli ideali di libertà e responsabilità e, insieme, sottolinea il valore positivo di una storia ancora straordinariamente attuale.

di Umberto Ambrosoli, ed. Sironi  2009, € 18,00

IL PAESE DELLA VERGOGNADaniele Biacchessi, giornalista di Radio 24, racconta le grandi stragi che hanno insanguinato l’Italia dal 1944 al 1993, dal punto di vista degli esiti giudiziari. Trovati i colpevoli? A che punto sono le indagini? E ancora, com’era avere vent’anni, con le storie di Fausto e Iaio, Piero Bruno e dei cinque anarchici del Sud. I delitti di mafia, con Peppino Impastato, Giorgio Ambrosoli, Falcone e Borsellino, don Puglisi, Libero Grassi.  Il libro dimostra che in Italia si parla molto di queste ma non si ha la capacità di indignarsi davanti alla giustizia negata, al revisionismo sulle verità accertate dalla storia.

di Daniele Biacchessi,  ed. Chiarelettere  2007,  € 9,50

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

È la storia di Giorgio Ambrosoli, avvocato di Milano, incaricato dal governo di liquidare la banca di Sindona e assassinato nel 1979 da un killer giunto dagli USA su ordine del finanziere. Stajano ripercorre la vita e la morte di un milanese moderato che avrebbe potuto vivere tranquillamente e si batté invece con furia e tenacia in nome dei principi di onestà e di giustizia. E’ un libro costruito su documenti, sentenze, atti delle commissioni parlamentari d’inchiesta, diario di lavoro di Ambrosoli, testimonianze dirette. Un libro fondamentale ed educativo.

di Corrado Stajano,  ed.  Einaudi  2005,  € 10,50

IL CASO AMBROSOLI. MAFIA, AFFARI, POLITICA.La storia di un eroe dimenticato, l’avvocato milanese chiamato dallo stato come commissario liquidatore dell’antico impero di Michele Sindona, con una intervista indetta al figlio. In una sorta di viaggio a ritroso, Ambrosoli ricostruisce la vita di Michele Sindona, componendo un quadro della situazione. La testardaggine e l’onestà di Ambrosoli diventano presto ingombranti ed egli si rende conto di essere lasciato solo, abbandonato dagli stessi potenti che gli hanno commissionato il lavoro. Storia da non dimenticare per capire cosa può fare ognuno di noi in quest’Italia devastata dal mal’affare.

di  Renzo Agasso,  ed. San Paolo,  € 12,50

 

 

vedi: Mafia, l'altra faccia del potere

PERCHE' NON POSSIAMO NON DIRCI MAFIOSI

LETTERA DI GIORGIO AMBROSOLI ALLA MOGLIE  -  25/2/1975

“Anna carissima,
è il 25.2.1975 e sono pronto per il deposito dello stato passivo della B.P.I., atto che ovviamente non soddisferà molti [...] E’ indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese. Ricordi i giorni dell’Umi (Unione Monarchica Italiana), le speranze mai realizzate di fare politica per il paese e non per i partiti: ebbene, a quarant’anni, di colpo, ho fatto politica in nome dello Stato e non per un partito. Con l’incarico, ho avuto in mano un potere enorme e discrezionale al massimo e ho sempre operato – ne ho la piena coscienza – solo nell’interesse del paese, creandomi ovviamente solo nemici perché tutti quelli che hanno per mio merito avuto quanto loro spettava non sono certo riconoscenti perché credono di avere avuto solo quello che a loro spettava: ed hanno ragione, anche se, non fossi stato io, avrebbero recuperato i loro averi parecchi mesi dopo.
I nemici comunque non aiutano, e cercheranno in ogni modo di farmi scivolare su qualche fesseria, e purtroppo, quando devi firmare centinaia di lettere al giorno, puoi anche firmare fesserie. Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai che cosa devi fare e sono certo che saprai fare benissimo. Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto [...] Abbiano coscienza dei loro doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa [...]“.

Riuscirai benissimo, ne sono certo, perché sei molto brava e perché i ragazzi sono uno meglio dell’altro [... ]

Sarà per te una vita dura, ma sei una ragazza talmente brava che te la caverai sempre e farai come sempre il tuo dovere costi quello che costi.

Giorgio Ambrosoli, ucciso a Milano dalla mafia,  11 luglio 1979

Calendario eventi
novembre 2019
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli