Sovranità. Come difendersi dalle mascherine all’aperto

Alessandro di Gaia,  Project Manager at Comdata SPA, https://movimentosovrano.blogspot.com

Vedi e ascolta: https://www.youtube.com/watch?v=Zdd7LJ7b5Sc&feature=youtu.be

2/10/2020

 

 

Il “Popolo delle Mamme” contro l’obbligo delle mascherine

Il “Popolo delle Mamme” ( vedi: https://www.popolodellemamme.it/ ) invia l’informativa dello studio dell’avv. Nicola Massafra di Roma per aderire al ricorso contro l’ordinanza di Zingaretti sulle mascherine all’aperto.

È lo stesso studio che ha seguito il ricorso contro l’obbligo vaccinale introdotto da altra geniale ordinanza del Governatore della regione Lazio e la cui udienza nel merito si è tenuta il 29 settembre.

 

 

 

ricorso-collettivo-contro-regione-lazio

 

 

 

 

 

Obbligo di mascherina all’aperto: parte il ricorso al TAR!

Il Codacons interviene contro l’obbligo indiscriminato di indossare la mascherina, varato dalla Regione Lazio: l’Associazione raccoglie le preadesioni per un ricorso al TAR. ( vedi: OBBLIGO DI MASCHERINA ALL’APERTO: PARTE IL RICORSO AL TAR!)

Da sabato 3 ottobre 2020 (ordinanza 62 del 2/10/2020) è obbligatorio, fino a nuova disposizione, indossare la mascherina nei luoghi all’aperto, durante l’intera giornata, nel territorio della Regione Lazio. Una decisione presa allo scopo di “contenere l’epidemia da Covid-19 e in considerazione della sua evoluzione, nelle ultime settimane, sul territorio regionale”.

Ragioni di buon senso, certo, per una misura utile e necessaria; una misura, però, che nella sua concreta applicazione – nella misura in cui non prevede condizionalità – appare francamente abnorme: se ci si trova soli, in un bosco o in un giardino, perchè mai dovrebbe essere necessario indossare tali dispositivi?

Ecco, in sintesi, la critica che si rivolge a questo e a simili provvedimenti: invece di restringere la portata applicativa alle situazioni e ai luoghi in cui esista un reale pericolo di contagio, estende pericolosamente l’ambito di applicazione anche a circostanze e situazioni in cui questo pericolo semplicemente non esiste.

L’INIZIATIVA CODACONS

Il Codacons sostiene tutte le misure idonee a contrastare la diffusione dell’epidemia Covid-19, e a far calare la curva dei contagi. Contesta però, come detto, la natura assoluta e generalizzata del provvedimento, nella misura in cui non prevede condizionalità e limiti applicativi. Di qui – dopo la sentenza del Tar che ha annullato, in assenza di una legge dello Stato, l’obbligo vaccinale per gli over65 – il ricorso dell’associazione al Tar del Lazio, affinché l’obbligo sia mantenuto, sì, ma limitato ai soli contesti di rischio-contagio.

PER ADERIRE

Per pre-aderire gratuitamente, senza impegno, all’iniziativa ed essere aggiornati dal Codacons riguardo gli sviluppi della vicenda clicca qui. La preadesione non comporta l’obbligo di aderire in seguito all’eventuale azione legale vera e propria.

In https://www.nogeoingegneria.com 3/10/2020

 

 

Mascherata virale!

La follia dell’eterodiretto governicchio grulpiddino tracima fino a Bari. Istigazione istituzionale a delinquere. Il presidente della regione Puglia, tale Emiliano è passibile di denuncia penale

La mascherina non protegge ed è vietata dall’articolo 85 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, nonché da ben tre normative di rango giuridico superiore dello Stato italiano (legge 152/1975, legge 533/1977, legge 155/2005).

Carta straccia che attenta alla libertà individuale e sociale. In Puglia mascherine obbligatorie anche all’aria aperta. Così recita ed impone l’ordinanza – priva di valenza scientifica – targata Emiliano numero 374 del 3 ottobre 2020, che peraltro non indica alcuna data di scadenza dell’obbligo. Alla base di questo provvedimento amministrativo non è allegato alcun riscontro epidemiologico.

Pertanto tale atto è una palese violazione dei dettami costituzionali, su cui notoriamente le Regioni non hanno alcuna prerogativa. Assolutamente inutile ad arrestare il Sars CoV-2, confuso dalle autorità tricolori nazionali e locali, addirittura con la malattia Covid 19.

Passa ovunque: il nuovo coronavirus ha la grandezza di una nanoparticella.

L’obiettivo è tenere alto il livello di terrore nella popolazione seguitando ad iniettare paura a grandi dosi nel corpo sociale. Il livello è quello degli insaziabili pappatori di cozze baresi.

Gianni Lannes, giornalista     http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/   3/10/2020

 

 

Italia: mascherina obbligatoria anche all’aperto!

Manca solo l’obbligatorietà in casa. Dalla farsa alla tragedia: da cittadini a sudditi, da cavie a schiavi, dalla democrazia incompiuta alla tecnocrazia effettiva. La decisione preconfezionata che potrebbe essere imposta prossimamente, è quella di introdurre in Italia l’obbligo di mascherina anche all’aperto. Il provvedimento di follia istituzionale potrebbe già essere presente nel prossimo Dpcm del 7 ottobre, che dovrà prorogare le misure amministrative in scadenza.

Basta poco a falsificare i dati statistici, a farsi dire ciò che si vuole. Comunque, i contagi aumentano perché si vanno a cercare apposta falsando i test come da ammissione degli esperti stessi.

Il Conte bis col suo vergognoso e ridicolo CTS vuole prorogare lo stato di emergenza per andare avanti a mettersi la Costituzione una volta per tutte sotto i piedi.

Quanto all’obbligo della mascherina è ridicolo e pericoloso per la salute oltre che passibile di contravvenzione e arresto stando alla legislazione attualmente in vigore (a partire dall’articolo 85 del TULPS) e non basta un semplice DPCM, misero provvedimento amministrativo, per modificare la situazione.

In ogni caso, la mascherina non offre nessuna protezione contro i virus trasmissibili per via aerea, attesta la letteratura scientifica; lo trovate scritto anche sulle confezioni.

Il Sars CoV-2 non è più clinicamente attivo, e se ce ne fosse bisogno, lo provano il numero di decessi per il virus, quasi a zero per mille. Ma gli italidioti si adatteranno ad ogni privazione delle loro libertà. Tutto previsto: l’avvocato del popolo segue le direttive di Bill. Tra poco chiuderanno di nuovo tutto.

Siamo ormai prossimi ad una transizione verso un nuovo inquietante mondo, nulla sarà più come prima. Sono state gettate le basi per la società del futuro: la nuova “normalità” di un sistema ipertecnologico gestito dal nuovo potere globale che si serve delle Bug-Pharmacotossiche per il controllo totale sull’umanità.

Il “nuovo ordine” sarà basato sulla sorveglianza e sulla punizione, chi non accetterà le nuove regole sarà estromesso da ogni attività di vita pubblica.

Ovviamente i governi eterodiretti come quello tricolore, saranno subordinati sempre più al nuovo ordine mondiale, che detterà l’agenda sia in campo politico, economico e sanitario, coadiuvato dai mass media di cui hanno il controllo totale.

Gianni Lannes, giornalista   http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/   2/10/2020

 

ANNO I DEL REGIME SANITARIO

 

 

 

 

Articoli che vi raccomandiamo di leggere per approfondire:

Clikka sotto al “tag” terrore sanitario

Clikka sotto al “tag” emergenza infinita

Clikka sotto al “tag” mascherina

Clikka sotto al “tag” stato terapeutico

Terrore sanitario (40). Mascherina: un'idiozia dittatoriale!

Terrore sanitario (37). Incubo mascherina!

Terrore sanitario (36). Terrore, follia, affari e mascherine. ( da vedere assolutamente)

Mascherine: perdere la "faccia" e sottomissione!

Fascismo in mascherina

La lettera dei medici belgi contro l'OMS

Terrore sanitario (32). La tragedia della nuova "normalità".

 


 


Calendario eventi
ottobre 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
Cerca nel Sito
Newsletter
In carica...In carica...


Feed Articoli